Cosa faccio

Un aneddoto* concernente la corsa alla conquista dello spazio narra che la NASA, dovendo risolvere il problema della scrittura in condizioni di gravità zero, abbia investito milioni di dollari per realizzare una biro col serbatoio pressurizzato che permetteva all’inchiostro di scorrere verso la punta.

Gli ingegneri sovietici, dovendo risolvere lo stesso problema, si affidarono al supporto di consulenti esterni che, dopo un’analisi approfondita del problema, proposero una soluzione semplice: consigliarono ai cosmonauti di utilizzare le matite.

Sebbene l’aneddoto sia un’invenzione*, mi piace pensare al mio lavoro come a quello dei consulenti russi che, analizzando il contesto e pensando alle implicazioni, arrivarono ad una soluzione che era in qualche modo già disponibile.

Naturalmente la realtà è molto più complessa e le soluzioni non sono mai ovvie o scontate. Ma anche in contesti difficili una delle prime regole che mi piace utilizzare è quella del buon senso.

Le altre sono: pochi grafici e molta esperienza, osservare il contesto e sporcarsi le mani.

Annunci
  • P.IVA 07716620963
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: